+39 0165 78559 aosta@turismo.vda.it
blank

Comuni

Tutti i comuni della valle del Gran Combin

I comuni della valle del Grand Combin sono 11 pittoreschi villaggi di montagna immersi nella natura, ricchi di storia e con una marcata tradizione gastronomica: Allein, Bionaz, Doues, Étroubles, Gignod, Ollomont, Oyace, Roisan, Saint-Oyen, Saint-Rhémy-En-Bosses e Valpelline.

Esplora i comuni

blank

Bionaz

Bionaz è uno dei comuni più estesi della Valle d’Aosta: conosciuto e rinomato per la sua natura selvaggia e incontaminata, è il luogo ideale per chi è alla ricerca di tranquillità.

blank

Saint-Rhémy-en-Bosses

A 1632 metri, Saint-Rhémy-en-Bosses è l’ultimo comune prima del confine svizzero. Già ai tempi dell’impero romano era tappa per i viandanti prima della salita al Colle del Gran San Bernardo. Da sempre importante via di comunicazione, conserva importanti tracce di storia con l’ospizio del Colle, la Via Francigena, il castello dell’XI secolo e il magnifico borgo di Saint-Rhémy.

blank

Doues

Doues è senz’altro un paese baciato dal sole ubicato sullo spartiacque tra due vallate, sopra un terrazzo naturale con una ottima esposizione a sud.

blank

Ollomont

In una conca soleggiata della Valpelline, circondato da una catena di montagne, a 1335 metri di altitudine sorge Ollomont. Conosciuto in passato per le sue miniere di rame, ormai in disuso, oggi la protagonista di questo luogo è la natura incontaminata.

blank

Oyace

A 1.377 metri di altitudine, Oyace è un tranquillo paese di poco più di 200 abitanti, a 20 km dalla città di Aosta.

blank

Allein

Allein è un tranquillo comune a 15 km da Aosta e 1250m di altitudine, situato in una splendida posizione soleggiata nella Valle del Gran San Bernardo.

blank

Étroubles

Circondato da ampi boschi e verdi pascoli il borgo medievale di Étroubles si trova a 1270 metri di altitudine, sulla strada per il Gran San Bernardo. Luogo di transito per il Colle del Gran San Bernardo, sulla Via delle Gallie, il paese era conosciuto fin dai tempi dell’impero romano con il nome di Restopolis.

blank

Saint-Oyen

A 1373 metri di altitudine, oggi come un tempo, Saint-Oyen è un luogo di passaggio verso il Colle del Gran San Bernardo ed è legato alla storia del valico e dei monaci del Gran San Bernardo. A questi, Amedeo III di Savoia, donò nel 1137 la casa forte di Château Verdun che fu utilizzata come stazione di sosta e fattoria dell’ospizio situato al colle.

blank

Roisan

Il comune di Roisan, grazie alla sua posizione geografica, è il “carrefour” tra l’alta vallata della Valpelline e la vallata centrale, la Plaine d’Aoste. Vocato ad un turismo tranquillo con la possibilità di immergersi nella natura ad una quota accessibile a tutti.

blank

Valpelline

Tra prati e frutteti, a 960 metri di altitudine, Valpelline è il paese dal quale prende il nome tutta la vallata. La vita del paese era fondata sull’agricoltura, l’artigianato e l’industria mineraria. Fino ai primi anni del ‘900 era nota per la fonderi

blank

Gignod

A 988 metri e a 8 km da Aosta, Gignod offre un bellissimo scorcio panoramico sul Grand Combin. Come tutti i villaggi sulla strada per il Gran San Bernardo, la sua storia è influenzata da questa importante via di transito. Gignod svolse nel tempo un importante ruolo di controllo del traffico transalpino come testimonia la torre medievale di pianta quadrata risalente al XI- XII secolo che domina il paese.